CURA E MANUTENZIONE DI ALCANTARA ®

PULIZIA ORDINARIA

Si consiglia di pulire Alcantara regolarmente, evitando di strofinare troppo energicamente ed evitando l’uso di apparecchi a vapore.

Per la pulizia giornaliera è sufficiente spolverare Alcantara usando una spazzola morbida o un panno asciutto.

Per la pulizia settimanale dopo aver spolverato Alcantara, passare il materiale con un panno bianco di cotone leggermente inumidito. Evitare l’uso di panni/carte assorbenti stampati poiché potrebbero rilasciare inchiostro sul materiale.

smacchiatura

Nel caso di macchie localizzate, se non si hanno a disposizione prodotti specifici, si può intervenire comunque in maniera efficace sulla pulizia seguendo alcuni piccoli accorgimenti.


Per il trattamento specifico dei diversi tipi di macchia e i relativi materiali da utilizzare, ove non si disponga di materiali specifici per la pulizia del materiale, attenersi alle indicazioni di seguito riportate:


Intervenire immediatamente (entro 30 minuti) e ridurre la macchia dal bordo verso il centro al fine di evitare che questa si estenda; non versare mai il prodotto utilizzato per la pulizia direttamente su Alcantara; prima di intervenire, rimuovere la sostanza rovesciata sul rivestimento: con un cucchiaio o una spatola di plastica se densa (yogurt, marmellata, ecc.), con una carta assorbente non stampata o una spugna in caso di sostanze liquide; evitare di strofinare per impedire alla macchia di allargarsi o di penetrare in profondità; usare un panno bianco o una spugna ben strizzata per rimuovere le macchie; se si usa la spugna, sciacquarla in acqua pulita e strizzarla bene tra una passata e l’altra.


Nel caso non si disponga dei prodotti elencati, è consigliato, a secondo dei casi, l’impiego di acqua, oppure succo di limone, oppure alcool etilico puro (da liquori) e seguendo le procedure di seguito indicate.

Macchie solubili in acqua

Succo di frutta, marmellata, gelatina, sciroppo, ketchup: usare acqua appena tiepida; risciacquare tamponando con acqua pulita.

 Sangue, uovo, feci e urina: usare acqua fredda; evitare l’acqua calda che fa coagulare queste sostanze; risciacquare tamponando con acqua pulita.

Liquori alcolici, vino, birra, coca e te: usare acqua appena tiepida; se resta la chiazza di colore trattarla con succo di limone e poi sciacquare bene.

Matita copiativa, cacao, cioccolata, dolci alla crema e al cioccolato, gelato, senape: usare acqua appena tiepida; risciacquare tamponando con acqua pulita.

 Aceto, gel per capelli, salsa di pomodoro, caffè con zucchero: usare succo di limone e poi ripassare con acqua appena tiepida; risciacquare tamponando con acqua pulita.

Macchie non solubili in acqua

Rossetto, fondotinta, mascara, ombretto, profumo, lucido da scarpe, olio e grasso in generale, macchie d’erba e pennarelli in generale (anche quelli di tipo indelebile): tamponare con alcool etilico, poi con acqua e risciacquare.

Per le macchie d’erba e di pennarello che sono piuttosto difficili da togliere, soprattutto sul colore chiaro, è necessario intervenire al più presto, per evitare che diventino troppo “secche”.

Chewing-gum e cera: mettere del ghiaccio in un sacchetto di plastica; quando la sostanza si è indurita rimuoverla a pezzi, poi trattare con alcool etilico.

Macchie vecchie di origine sconosciuta

Trattare dapprima con acqua appena tiepida, poi risciacquare tamponando con acqua pulita.

Se si vede che la macchia comincia a sciogliersi con l’acqua, ripetere più volte il trattamento; lasciar asciugare e, se necessario, trattare con alcool etilico.

 ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E ricevi subito il 10% di sconto sul tuo primo ordine.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

E riceverete immediatamente uno sconto del 10% sul vostro primo ordine.